top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Gavello

Indio, il Barolo "Indigeno" dei Negretti brothers

Grande novità presentata a Vinitaly 2023 dalla nota azienda barolista di La Morra.


Nulla è più puro di madre terra. L’essenza nativa ricercata con il sapere moderno.

E' questa la filosofia che ha ispirato Ezio e Massimo Negretti dell'omonima azienda vitivinicola di La Morra, in provincia di Cuneo, nelle Langhe.

A Vinitaly 2023 hanno presentato il loro nuovo vino di punta, un Barolo "Indigeno" o meglio INDIO, il Barolo Docg Bricco Ambrogio Riserva 2017 a cui si affianca anche un Langhe Doc Chardonnay 2021. "Poche erano le nostre certezze - spiegano i due fratelli - forse una, nulla era come prima. Se da un lato l’ignoto dettava in noi timore, dall’altro ci esortava all’azione,

cercare le origini per essere più puri possibile". Così tutto è ripartito da dove ha avuto inizio.


"Il nostro tornare al passato - spiega Massimo Negretti - ha innescato studio scientifico, indagine storica, un percorso a ritroso.



BAROLO DOCG BRICCO AMBROGIO RISERVA "INDIO"

Un colore rubino dal riflesso amaranto vivo ed intenso. Un complesso naso di radici,

rabarbaro, sottobosco, china si alterna a guizzi di prugna blu. Profondo e pieno in bocca, conferma la sua complessità ed il suo tono austero vibrante

a tratti nervoso. Un complesso tannico articolato, mantiene la tensione di questo Barolo.



LANGHE DOC CHARDONNAY "INDIO"

Sfumature verdi sul giallo vivo caratterizzano il colore di questo chardonnay. Un naso sfaccettato e intrigante, si apre con fiori bianchi prosegue con pelati gialli

per arrivare a un frutto di pesca e cioccolato bianco. Pieno in bocca seppur adrenalinico, la sua acidità viva si snoda in una sapida cremosità gustosa.

Lungo nella degustazione lascia sentori di anice stellato e nuance di menta.



Σχόλια


bottom of page