top of page
  • Immagine del redattoreMassimo Gavello

Bretta Rossa, passione senza fretta

Giuseppe Ravasini racconta la sua esperienza con l'Alta Langa Docg.


"Si é trattato di un’attrazione immediata, quella fra me e il vino - spiega Giuseppe Ravasini, per tutti il dott. Ravasini, che abbiamo conosciuto durante l'evento "La Prima dell'Alta Langa 2022" - un amore giovanile sfociato in un lungo e vivace matrimonio con diversi figli. In azienda siamo rispettosi della tradizione con uno sguardo attento alle indicazioni del futuro".


Alla base delle scelte dell’azienda agricola Cascina Bretta Rossa c’è la tradizione di cantina, arricchita dalla curiosità di scoprire quanto si muove in questo mondo per affinare le capacità operative. Lo scopo è quello di proporre prodotti che siano piacevoli sorprese gustative per chi le assaggia, senza legami forzati con il passato, sopratutto restandone fedeli, nel rispetto del terreno, delle piante e del vino, negli accostamenti gustativi e nell’uso delle moderne tecnologie.


"Tutto questo - spiega Ravasini - per consentirci di mettere in bottiglia quanto la vigna ci da cercando di perderne il meno possibile…"


Nel 1920 Il nonno materno, sentì, come tanti altri liguri, il bisogno di un po’ di verde per togliersi dall’arsura del mare in estate e nel 1920, acquistò la cascina Bretta Rossa, che sarebbe la seconda casa della famiglia Ravasini. Questo acquisto all’inizio del secolo scorso porta con sé un che di misterioso. Sembra che il nonno Luigi abbia acquistato la cascina con i suoi vigneti da un contadino che lo aveva vinta al gioco in una serata d’inverno ad un potente personaggio locale.


La presenza della vigna e la conseguente necessità di vinificare l'uva costrinse la famiglia ad occuparsene ed iniziò la seconda attività della famiglia. Si iniziò a produrre il Dolcetto che veniva inviato in damigiane a Genova e poi man mano che la richiesta di vini pregiati aumentava si inizio a imbottigliare allargando il mercato alle zone circostanti.


La collocazione geografica dell’azienda, nel contesto di una tradizione locale che suggeriva la coltivazione di poche essenze, ha dato lo spunto ad impiantare anche vitigni non propriamente locali ma che si potessero adeguare con successo alle caratteristiche del tipo di terreno della nostra azienda.


Spiega Giuseppe Ravasini: "Seguiamo i concetti di rispetto biologico del vigneto e della vinificazione creando un vino rispettoso della salute di chi lo beve. Limitiamo l’uso di sostanze chimiche in vigna zappiamo e decespugliamo ed usiamo trattamenti biologicamente approvati. Con le nostre uve rosse produciamo anche vini bianchi spumanti metodo classico e charmat."


La produzione di Alta Langa D.O.C.G. della Cascina Bretta Rossa




CUVÉE LEONORA

Alta Langa Brut DOCG • Spumante Metodo Classico



CUVÉE LEONORA

Alta Langa Brut DOCG Pas Dosé - Spumante Metodo Classico



Questa cuvée, dedicata a Leonora, è ottenuta da uve Pinot Nero e Chardonnay, lavorate a temperatura controllata e addizionate al 10% di cuvée della vendemmia precedente.

Liqueur di Sergio Molino. L'Alta Langa Brut Docg Cuvée Leonora

è disponibile anche in versione Pas Dosé.






Alta Langa Brut DOCG
.pdf
Scarica PDF • 113KB

Alta Langa Brut DOCG Pas Dosé
.pdf
Scarica PDF • 113KB

CUVÉE LEONORA ROSÉ

Alta Langa Brut Rosé DOCG


Questa cuvée, dedicata a Leonora, è ottenuta da uve Pinot Nero, lavorate a temperatura controllata e addizionate al 10% di cuvée della vendemmia precedente. Liqueur di Sergio Molino













Alta Langa Brut Rosé DOCG
.pdf
Scarica PDF • 128KB

CASCINA BRETTA ROSSA

AZIENDA AGRICOLA GIUSEPPE RAVASINI

Strada per la Colma 14 | 15070 Tagliolo Monferrato - AL (Italy)

Tel. +39 0521 77.26.58 | http://www.brettarossa.it/

Comments


bottom of page