I filmati più popolari su Langhe.TV
Documentari | Docuserie | E-Learning | Film | Masterclass | Reportage 

We are video, we are

 Langhe Roero Monferrato

Da anni realizziamo reportage dedicati a questa magnifica terra, il luogo dove siamo nati, dove abbiamo deciso di vivere e lavorare. La nostra è una scelta di vita dettata dalla passione per questo territorio, per i suoi grandi vini e produttori, per i suoi prodotti agroalimentari, le sue tradizioni, la sua cultura, il suo folclore e i suoi abitanti. 

Focus | In primo piano
Vignale Monferrato ha ospitato
01:07

Vignale Monferrato ha ospitato

Il Piemonte, terra di grandi vini rossi ma anche di grandi vini bianchi. Ne sono convinti dall’Associazione Italiana Sommelier Piemonte e dalla delegazione di Asti, ideatori di Abaccabianca, un evento itinerante che porta in scena la produzione delle migliori etichette a bacca bianca piemontesi: dal Gavi al Timorasso, dall’Alta Langa al Moscato d’Asti, dall’Erbaluce all’Arneis fino ai vitigni antichi e rari come il Baratuciat e il Caricalasino. La manifestazione è tornata sabato 14 e domenica 15 maggio a Vignale Monferrato dopo due anni di pausa forzata: la quinta edizione è stata ospitata in uno dei più bei palazzi del Monferrato, Palazzo Callori, per concessione della Regione Piemonte e con il patrocinio del Comune. Due giorni intensi dove molti appassionati, cultori e professionisti del settore enologico hanno potuto degustare ai banchi d’assaggio 180 etichette tra spumanti, bianchi fermi e Vermouth. «Abbiamo sempre voluto alzare il livello e il nostro lavoro non si è fermato neanche in questi due anni – spiega Paolo Poncino, delegato di Ais Asti che si occupa dell’organizzazione - I nostri sommelier sono sempre stati in giro per le cantine per scovare nuovi prodotti e produttori. L’idea è stata quella di fornire una panoramica completa e ragionata di tutto ciò che offre il Piemonte a bacca bianca, con tutte le sfumature derivanti da tecniche di vinificazione, annate diverse, stili agronomici o dimensioni aziendali». Il vino ospite del 2022 è stato il Verdicchio con 10 etichette in degustazione. Si è rinnova la collaborazione con Uvantica per un banco dedicato a 20 vini bianchi rari del Piemonte. I sommelier AIS si sono occupati della presentazione e della mescita dei vini ai banchi di assaggio, suddivisi per zone e tipologie, in modo leggermente rivisitato rispetto alle vecchie edizioni. L’area food è stata curata in collaborazione con Bistrotmania, realtà che unisce nove locali piemontesi: Scannabue, Il bistrot del Nazionale di Vernante, Smocking bar, Silos cucina sincera, Gaudenzio vini, Luogo Divino, XXL cafè, Contesto Alimentare e Razzo. Due sono state le aree di approfondimento con un banco assaggio dedicato al terroir del Moscato d’Asti DOCG con la collaborazione del Consorzio dell’Asti; e un altro al Vermouth con la collaborazione del Consorzio del Vermouth. Reportage completo nella sezione MAGAZINE
Grandi Langhe illumina la Mole Antonelliana e Torino
00:30